Officina Portale

Il nuovo portale Unina.it

Grafica
per tutti

image

L'aspetto grafico del nuovo portale Unina è stato studiato per offrire una navigazione piacevole ma efficace al tempo stesso. L'uso di immagini di grandi dimensioni ed i box in “Primo piano” richiamano l'attenzione sui contenuti più attuali per ogni sezione; i colori associati alle sezioni, la navigabilità sia per menu che per link nella pagina favoriscono il reperimento veloce dei contenuti. Le home page dedicate ai profili “studente”, “docente” e “personale” raccolgono in un unico punto i contenuti di interesse per categorie di utenti.

Servizi
per gli studenti

image

MyFedericoII è la nuova area riservata per gli studenti dell'Ateneo e fornisce l'accesso diretto alla posta elettronica, a Segrepass per le pratiche amministrative e a WebDocenti per interagire con i docenti. Lo studente può personalizzare MyFedericoII selezionando, tra i servizi disponibili, quelli che intende utilizzare. I servizi sono: libretto elettronico, conteggio crediti, bacheca esami, avvisi docenti, agenda, FAQ. Un sistema automatico di notifiche segnala i principali eventi riguardanti la carriera.

International
per gli stranieri

image

Il nuovo portale si basa su un sistema di gestione dei contenuti multilingua. L'Ateneo sta provvedendo alla traduzione dei contenuti. Ai visitatori provenienti dall'estero sarà presentata automaticamente la versione del portale in lingua inglese. Sarà possibile selezionare, mediante l'apposita funzione, la versione del portale in lingua inglese e accedere ai contenuti disponibili in tale lingua. Nella home il box International, posto in evidenza, rappresenta il punto di accesso a tutte le iniziative e le informazioni di interesse per gli ospiti stranieri.

Multiredazione
per tutti

image

Il nuovo portale dà spazio a tutti: è possibile attivare più redazioni che condividono gli spazi di pubblicazione disponibili. Ciò consente di evidenziare la ricchezza e la molteplicità degli eventi e delle iniziative in cui l'Ateneo è protagonista, permettendo di estendere gradualmente la redazione di contenuti da pubblicare nel portale anche ad altri soggetti. Già nella versione corrente, è prevista la figura di redattore occasionale mediante la quale i docenti possono agevolmente proporre il proprio contributo.

Web Design Partecipativo

FedeWeb: il concorso di idee per gli studenti


Il primo coinvolgimento degli studenti al progetto del nuovo portale Unina si è avuto con FedeWeb. Il concorso, avviato dal COINOR nel mese di novembre 2011 e conclusosi con la premiazione dei tre vincitori il 6 luglio 2012, ha avuto l'obiettivo di promuovere e sostenere la capacità progettuale e creativa di giovani di età inferiore ai 30 anni, stimolandoli a partecipare alla realizzazione di una nuova interfaccia web del portale d'Ateneo. Sono stati presentati in tutto 34 progetti tra i quali una giuria composta da 50 studenti ha scelto i tre vincitori.
monitor
le keywords associate al progetto

Le interviste agli stakeholder


Capire il punto di vista dei futuri utilizzatori ha dato l'avvio al percorso di progettazione del portale. Sono stati intervistati studenti, docenti e personale dell'Ateneo, con l'obiettivo di mettere a fuoco le esigenze specifiche di ciascuna categoria di utenza, ponendo al centro della costruzione del portale gli utenti stessi e le loro aspettative. Proprio dagli stakeholder è venuto il suggerimento di filtrare i contenuti in base al profilo dell'utente, in modo da facilitare il reperimento agile e veloce delle informazioni. Le keywords che gli intervistati hanno associato al progetto sono mostrate nell'immagine.
utenti della prima sessione di card sorting utenti della seconda sessione di card sorting utenti della terza sessione di card sorting dettaglio delle etichette utilizzate nel card sorting dettaglio delle etichette utilizzate nel card sorting

Il card-sorting: categorizzare le informazioni


I contenuti di un portale devono essere organizzati in categorie a cui corrispondono le voci del menu di navigazione. La scelta delle categorie, il loro ordinamento e raggruppamento, riflettono l'importanza che ciascun visitatore attribuisce alle informazioni presenti in un sito. Con il card sorting si sottopongono, a gruppi di utenti appartenenti a profili diversi, le possibili categorie, chiedendo a ciascun gruppo di ordinarle e raggrupparle nel modo ritenuto più opportuno. Questa fase ha visto la partecipazione di gruppi di utenti costituiti da docenti, studenti e personale dell'Ateneo.

Il cognitive walkthrough: verificare i flussi di navigazione


Le categorie da sole non bastano ad assicurare la facile reperibilità dei contenuti perché i percorsi di navigazione cambiano da utente ad utente. Il cognitive walkthrough ha gli obiettivi di verificare la coerenza del flusso di navigazione ipotizzato per il sito, la chiarezza e l'immediatezza delle funzioni di navigazione, il posizionamento e l'efficacia delle etichette. In pratica consiste nel chiedere all'utente di svolgere un compito ben definito, simulando la navigazione nel sito attraverso l'uso di uno schema di impaginazione privo di grafica (wireframe). Durante la simulazione della navigazione, sono registrati i commenti, le azioni e le osservazioni.
monitor

I test di usabilità: il protagonista è l'utente


La fase finale di un percorso di progettazione condivisa è costituita dai test di usabilità. Questi sono eseguiti utilizzando un prototipo interattivo funzionante di sito e servono a verificare l'esperienza d'uso dell'utente; sono svolti avvalendosi di una strumentazione tecnica che registra le reazioni dell'utente durante il test quali i commenti, lo sguardo, i movimenti del mouse, i link selezionati. Per il portale Unina, sono stati oggetto di test due versioni grafiche alternative dello stesso schema di composizione delle pagine e l'esecuzione di un task specifico. Questa fase ha visto il coinvolgimento di utenti appartenenti ai profili studente, docente e personale dell'Ateneo.

Il Team di Progetto

Per la realizzazione del nuovo portale Unina, l'Ateneo ha costituito una struttura di supporto al progetto articolata nel seguente modo:

Comitato di indirizzo, per le decisioni sulle scelte strategiche, composto dal prof. Gaetano Manfredi, con funzioni di presidente, prof. Alberto Di Donato, componente del Consiglio di Amministrazione, prof. Guglielmo Tamburrini, presidente CSI

Comitato di coordinamento, per condividere e valutare le soluzioni proposte dal gruppo di lavoro attraverso l'interazione con il comitato di indirizzo, composto dal prof. Giuseppe Cirino, con funzioni di coordinatore, prof. Giancarlo Ragozini, prof. Carlo Sansone, prof. Giorgio Serino, prof. Raffaele Velotta

Hanno anche partecipato nelle fasi di realizzazione del progetto i delegati del Rettore alla Didattica ed alla Ricerca ed il Centro Sinapsi

Il coordinamento del gruppo di lavoro e la direzione dell'esecuzione dei lavori è stata affidata ad Antonella Garofalo

name01

Hanno collaborato:

Web design e piano di formazione Maurizio Pollio - analisi dei contenuti e supporto alla migrazione Giancarlo Ceraldi - realizzazione dell'infrastruttura di esercizio Giovanni Battista Barone, Maria Giovanna Caporaso, Dario Izzo - supporto alla realizzazione dei servizi Amedeo Bonfiglio, Angelo Improta

name01

Hanno collaborato:

piano di promozione e valorizzazione Maria Esposito - analisi dei contenuti e supporto alla migrazione Sergio De Stefano, Corinne Montano, Daniela Vajana

name01

Hanno collaborato:

rappresentante degli studenti: Domenico Petrazzuoli - analisi dei contenuti e supporto alla migrazione: Nicola Alessandro Marti - interventi a supporto dell'internazionalizzazione: Fernanda Nicotera - verifica dell'accessibilità: Paolo Casillo – analisi dei contenuti CRM Studenti: Patrizia Peluzzi, Pellegrino Palumbo

Unina.it nel tempo

monitor

La storia delle home page


Unina.it già dai primi anni '90 si affaccia sul web, con l'obiettivo di far conoscere a tutti le strutture dell'Ateneo. Negli anni a seguire, l'Ateneo si trasforma e si innova, ed anche il sito web, che ne è l'immagine sulla rete, evolve sia nella grafica che nei contenuti. Il punto di arrivo di questa lunga storia per noi rappresenta al tempo stesso il punto di partenza per lo sviluppo di nuovi servizi web in cui l'utente è al centro della progettazione e la lingua non rappresenta più una barriera.